come nasce zolle

Zolle nasce a Roma per iniziativa di Simona Limentani e Ghila Debenedetti. È l’aprile 2008 e ci sono voluti più di dieci mesi di lavoro preparatorio per conoscere le aziende agricole del Lazio con le quali collaborare e per organizzare la logistica.

L’idea che ispira Zolle viene da lontano: nel 2002 Simona da Roma va a lavorare in Piemonte in una cooperativa agricola che ha come finalità la valorizzazione dell’agricoltura locale, la coop. Cornale;  qui nella primavera del 2003 conosce un gruppo di agricoltori giapponesi che dalla fine degli anni ’80 riforniscono direttamente numerose famiglie della città di Tokio. Colpisce la formula adottata: sono gli agricoltori che decidono cosa è meglio consegnare in base alla stagionalità e alle produzioni del territorio, garantendo freschezza e salubrità. Queste notizie bastano perché la stessa formula venga sperimentata in Piemonte.

È una formula basata sulla fiducia: fiducia delle famiglie nel buon senso e nella sapienza degli agricoltori e fiducia degli agricoltori verso le famiglie, perché è la costanza di acquisto che garantisce un mercato per piccole produzioni di qualità.

Nel 2007 Simona torna a Roma e coinvolge Ghila, che ha esperienza di amministrazione e controllo aziendale, nel creare una struttura che adotti la stessa formula già sperimentata in Piemonte.

Oggi, organizzazioni di questo tipo sono ormai molto diffuse in Giappone, negli Usa, in Canada e in Nord Europa. In Italia le prime esperienze in questo senso risalgono al Cornale in Piemonte e a Biokistl in Trentino.