Zolle

condividi con facebook feed RSS condividi via mail aggiungi pagina ai preferiti

E con questo cosa ci faccio? Il pane secco

Cosa ci faccio con il pane raffermo? Lo butto?

Assolutissimamente no! Possiamo farci moltissime cose.

Pane_Bioforno_Zolle

Iniziamo con le cose facili:

Pangrattato profumato

Passa al frullatore il pane raffermo (se non è sufficientemente duro tostalo prima in forno). Conservalo in un barattolo di vetro con una foglia di alloro, un pizzico di origano, timo e maggiorana. Puoi utilizzarlo per gratinare le verdure.

Crostini

Taglia il pane a cubetti,  disponili in una teglia foderata di carta forno umida e leggermente unta e tostali in forno. Mettili in un barattolo di vetro, si conserveranno per alcune settimane e potrai usarli nelle vellutate e nelle zuppe.

Zuppa di finocchi

Pulisci i finocchi dalle parti sciupate, tagliali in quarti, lavali, falli a fettine e poi lessali in acqua bollente leggermente salata. Appena sono al dente scolali e falli insaporire in una padella con: olio, uno spicchio di aglio ed una foglia di alloro. In una pirofila disponi alcune fette di pane tostate, leggermente unte e insaporite con l’aglio. Metti sul pane delle fettine di formaggio morbido, i finocchi e bagna il tutto con parte del liquido di cottura dei finocchi, un bicchiere di latte e brodo vegetale. Aggiusta di sale e lascia riposare. Prima di mettere in forno a gratinare, controlla la quantità del liquido e, se è necessario, aggiungi altro brodo. Irrora di olio, cospargi di parmigiano e fai dorare in forno caldo a 180°.

Zuppa con i cavoli

Lessa in acqua o al vapore le verdure prescelte, lasciale al dente, tagliale a pezzetti e ripassale in padella con aglio, olio, peperoncino, un chiodo di garofano ed una foglia di alloro (ricordati di toglierli prima di mettere le verdure nella pirofila). Prosegui come per la zuppa precedente.

Torta di pane sugo e formaggio

Prepara il sugo facendo dorare una cipolla in poco olio. Aggiungi la polpa di pomodoro, aggiusta di sale e lascia cuocere. In una teglia rivestita con carta da forno, disponi le fette di pane raffermo, coprile con la mozzarella a pezzi o con altro formaggio morbido e con il sugo. Aggiungi un altro strato di pane, un altro strato di formaggio e altro sugo. Copri con un ultimo strato di pane. In una ciotola sbatti delle uova con un po’ di latte e del parmigiano grattato, aggiusta di sale e pepe e aggiungi le spezie che preferisci. Distribuisci sulle fette di pane. Metti in forno fino a che non si crea la crosticina dorata.

Se hai altri suggerimenti per utilizzare il pane raffermo scrivi!

4 Risposte a E con questo cosa ci faccio? Il pane secco

  1. maddalena ha detto:

    Dalle mie parti si fa la torta di pane, detta anche torta di latte perchè il pane raffermo va inzuppato nel latte. Si aggiunge cacao, un uovo, pinoli, uvette e amaretti. Sono al lavoro e non posso scrivervi la ricetta dettagliata, comunque la preparo più o meno così: http://ricette.giallozafferano.it/Torta-paesana.html

    • zolle ha detto:

      Grazie Maddalena!

      Aggiungiamo anche la torta dolce alla nostra lista di ricette per non sprecare ilpane.
      Quando hai tempo, se vuoi, mandaci i tuoi consigli di preparazione.

      Un caro saluto
      Zolle

  2. Romy ha detto:

    A Livorno, con il pane raffermo, ci facciamo la Pappa:

    Si soffrigge, senza bruciarla, una grossa cipolla tagliata fine e Basilico, nell’olio d’oliva. Quando è abbastanza cotta, si aggiunge l’acqua, passata di pomodoro un po’ di concentrato, sale e pepe. Si fa sobbollire un po’ e si aggiunge il pane raffermo tagliato a pezzi.Si fa cuocere finché il pane si cuocia ben bene e risulti il più possibile cremoso. Spolverata di parmigiano ed è pronta.

    • zolle ha detto:

      Ciao Romy, grazie per la ricetta!

Lascia un commento

*