Zolle

condividi con facebook feed RSS condividi via mail aggiungi pagina ai preferiti

Sei stupito di come è confezionata la tua Zolla?

Prima puntata

Da gennaio 2018 niente più bustine di plastica …

L’obbligo di usare sacchetti biodegradabili è previsto dalla legge 123/2017, emanata per recepire una direttiva dell’Unione Europea relativa agli imballaggi. La normativa prevede che, a partire dal 1° gennaio 2018, tutti i sacchetti con spessore della singola parete inferiore a 15 micron, usati come imballaggio primario per alimenti sfusi o richiesti a fini di igiene, siano biodegradabili, compostabili e realizzati con almeno il 40% di materie prime rinnovabili. La legge prevede altresì che tutte queste informazioni debbano essere stampate sul sacchetto e lo stesso non possa essere distribuito a titolo gratuito.

Ci adeguiamo volentieri, ma..

  • i sacchetti in mater-bi a norma di legge sono praticamente introvabili (la grande distribuzione ha fatto scorta e per i piccoli ci sarà da aspettare)
  • potremmo utilizzare del mater-bi precedentemente messo in commercio, ma il nostro fornitore non può vendercelo perché illegale in quanto non riporta le diciture di legge
  • non è ancora chiarissimo quali siano gli utilizzi dei sacchetti di competenza della nuova norma e quali no. C’è grande confusione rispetto all’interpretazione della legge che speriamo si chiarisca nelle prossime settimane

Zolle

Cosa succede nella tua Zolla?

Per il momento, stante così il mercato degli imballaggi e data ancora l’incertezza legata all’applicazione della norma, la cosa migliore ci sembra sia utilizzare la carta. Stiamo utilizzando la plastica ad uso alimentare solo come sacchetto secondario per ragioni igieniche.
Dal punto di vista ambientale la carta è un’ottima alternativa sia alla plastica sia al mater-bi.
Possiamo inserire la carta nelle Zolle a titolo gratuito.
L’uso della carta nella Zolla ha però delle conseguenze:

  • Le verdure a foglia potranno sembrarti un po’ più stanche del solito (la carta le asciuga moltissimo). Il consiglio è bagnarle prima di riporle nel frigo.
  • L’impatto estetico: quando aprirai la Zolla non ci saranno le verdure a salutarti ma tanti sacchetti da scartare…
  • È possibile che in una prima fase possano aumentare gli errori di confezionamento: vedere cosa c’è in ogni sacchetto è fondamentale quando si prepara la tua Zolla.